item1a1a1a1a
item3b2
Pulsante

Chi siamo

Pulsante1

Progetti

Pulsante1a

Contatti

Pulsante1a1

Sostegno a distanza

item1b1a1a1a
item1b1a1a
item1b1b

AFRICA: VOGLIA DI FARE E DI CREDERE IN UN DOMANI MIGLIORE di Ass. ONLUS HAKUNA MATATA

01 OTTOBRE 2007

Speciale del 01/10/2007

Africa: voglia di fare e di credere in un domani migliore

di Ass. ONLUS Hakuna Matata

I problemi che bisogna affrontare in Africa sono tanti e noi come Associazione cerchiamo, il più possibile, di far fronte ad alcuni di questi. In particolare la nostra Associazione sostiene la Missione di Migoli in Tanzania, il villaggio di Viej Aklodj in Costa D'Avorio e un villaggio della diocesi di Butembo-Beni nella Repubblica Democratica del Congo. Le cause di questi problemi sono di diversa natura, molto complesse e strettamente collegate tra loro. Il lavoro che si porta avanti, sia in quei territori sia qui, tramite la sensibilizzazione, è molto duro e interminabile, ma grande è la voglia di fare e di continuare a sperare in un domani migliore. Certamente possiamo fare qualcosa, col vostro aiuto, con il vostro consenso e la vostra presenza che per noi è fondamentale. Siamo consapevoli che questo qualcosa è come una goccia nell'oceano, ma l'oceano è fatto di gocce!!! Le emergenze sociali più grosse attualmente in Tanzania sono due: sanità ed istruzione. Su queste due emergenze si radicano tutti gli altri problemi sociali. L'emergenza sanitaria ha due aspetti: a) la presenza diffuse di alcune gravi patologie, in primo luogo l'AIDS, poi la malaria e tante patologie gastro-intestinali, legate queste ultime al problema dell'acqua e, per i bambini, anche al problema della nutrizione e dell'educazione alimentare; b) l'insufficienza dei servizi e delle strutture sanitarie. L'emergenza istruzione consiste nel fatto che la domanda di istruzione supera ampiamente le capacità di risposte adeguate da parte del Governo, sia in termini economici, sia in termini organizzativi. Non è facile per nessun Governo rispondere alla domanda di istruzione che viene da una popolazione costituita per il 44% da bambini e ragazzi dell'arco di età 0-14 anni. Per quanto riguarda l'emergenza sanitaria il nostro intervento consiste, in genere, nell'aiutare le persone a sostenere le spese per l'acquisto delle medicine e per i ricoveri o all'Ospedale di Changalawe (cioè il "Centro sanitario" vicino Migoli e gestito dalle Suore) o nei due Ospedali di Iringa, o in quelli di altre città (in questo caso ci sono in più le spese di viaggio e soggiorno in città sia per l'ammalato, sia per il famigliare che lo accompagna). Per quanto riguarda i malati di AIDS (cui il farmaco viene dato dal Governo gratuitamente), la Missione li aiutia per le spese di viaggio e soggiorno, una volta al mese, in città (per la visita di controllo e per ricevere la medicina da prendere giornalmente a casa); inoltre, i bambini ammalati di AIDS vengono aiutati, garantendo loro un'alimentazione adeguata a sostenere la cura, a tale scopo alcuni di essi sono ospitati in Parrocchia. Tenete presente che in questi posti non c l'assistenza sanitaria come l'abbiamo in Italia, le spese sanitarie sono tutte a carico dei pazienti, anche la visita del medico, che noi chiameremmo "medico di base" (qui, in effetti è un para-medico), prevede il pagamento di un ticket; anche il ricovero nell'Ospedale governativo prevede una somma da pagare. Solo la cura per alcune patologie (AIDS, TBC, vaccinazione dei bambini, e qualcos'altro) o servizi è a totale carico dello Stato. Nel territorio della Costa d'Avorio gli interventi di Hakuna Matata in collaborazione con Suor Luisa Mu–oz per rispondere alla situazione attuale si dispiegano attraverso 5 settori prioritari: sanità e supporto nutrizionale, acqua potabile e servizi igienici, istruzione e sviluppo comunitario, protezione dei bambini particolarmente a rischio, prevenzione e lotta all'HIV/AIDS. Il dispensario ha una sala per il ricovero ospedaliero con 4 posti letto, una sala per la pediatria con 4 posti letto, una sala parto con un tavolo per gli strumenti e uno per la nurcery e un lettino. Il dispensario non  fornito di attrezzature ospedaliere, scarseggiano le medicine e gli strumenti sanitari. Le malattie pi diffuse sono la malaria, malattie polmonari, l'asma, la tubercolosi. Hakuna Matata ha avviato una raccolta fondi per fornire assistenza al centro pediatrico e alla maternità, per fornire attrezzature per la sala da parto, kit ostetrici di vario tipo (kit contenenti il necessario per l'assistenza al parto, kit per il parto cesareo, kit per levatrici, ecc.), strumenti chirurgici e altre scorte medicinali. Il problema dell'HIV/AIDS è molto instabile, gli spostamenti sul territorio degli eserciti e le migrazioni forzate di popolazioni sono tutti fattori che - insieme alla prostituzione in aumento per l'accresciuta povertà - contribuiscono a moltiplicare i rischi di diffusione del virus. La Costa D'Avorio ha la pi alta percentuale di diffusione dell'HIV/AIDS dell'Africa occidentale, con oltre il 12% della popolazione contagiata. Le aspettative di vita sono di circa 35-40 anni, su 40 bambini il 18% non raggiunge i 5 anni di vita. Nel Villaggio di Vieil Aklodj esistono una scuola materna e una scuola primaria entrambe statali. I bambini frequentano la primaria fino all'età di 11 anni, per accedere alla secondaria devono effettuare gli esami per l'ammissione e devono trasferirsi in altri villaggi dove questa è presente. Gli insegnanti sono stipendiati dallo stato. Le 3 aule presenti non hanno gli strumenti necessari per portare avanti le lezioni. Non ci sono banchi, sedie, lavagne. Spesso gli stessi insegnanti che ricevono dallo stato il materiale didattico, lo rivendono al mercato. Gli interventi di Hakuna Matata per agevolare le attività scolastiche comprendono l'invio e distribuzione di materiali didattici e per l'insegnamento; la costruzione di classi per l'istruzione dei bambini; la formazione degli insegnanti, anche su aspetti come l'assistenza psicosociale per i bambini vittime dei traumi della guerra. Acqua: Gli interventi di Hakuna Matata per accrescere l'accesso ad acqua potabile e servizi igienico-sanitari comprendono la trivellazione di nuovi pozzi, la ricostruzione e riabilitazione di quelli danneggiati e dei punti di rifornimento idrico (pozzi dotati di pompe manuali per la raccolta dell'acqua); il precario l'accesso all'acqua potabile e a servizi igienici adeguati, soprattutto nelle località di accoglienza delle popolazioni sfollate. Ciò ha condotto al consumo di acqua non potabile e al deterioramento delle condizioni sanitarie, aumentando i rischi di diffusione di malattie letali tra i bambini, prime tra tutte la diarrea e il colera. Un altro progetto avviato in Costa D'Avorio è la realizzazione, attraverso una cooperativa agricola all'uopo formata di 19 ragazzi, di un piccolo allevamento per 1600 polli circa che, a regime, dovrebbe permettere, con una produzione ciclica, di sostenere le loro 19 famiglie. La situazione nella Repubblica Democratica del Congo è un pò complessa dal momento che questo stato è uscito solo nel 2006 da una guerra sanguinosissima iniziata nel 1998. Come in ogni guerra, tutto viene distrutto e annientato: le scuole, gli ospedali, le chiese, le case. Soprattutto viene distrutta la vita e la dignità delle persone e sopratutto dei bambini: rapiti e fatti soldati, i cosiddetti bambini-soldato. Qui il vescovo della diocesi, S.E Mons Sikuli Melchisedech, si è mosso a livello nazionale per parlare a favore dei senza voce. Egli è il maggiore promotore del simposio internazionale della pace in Africa del 2001 e ha attuato un programma di recupero per tutti i bambini soldato del Congo. Pi di 60 bambini sono stati accolti in una depandence della casa di mons. Sikuli. Hanno tra i 13 e i 16 anni, alcuni di essi combattono da almeno 5 anni. Hakuna Matata in accordo con Mons. Sikuli ha avviato il Progetto delle Adozioni a Distanza a Butembo Beni e spera di realizzare per i bambini un grande centro di accoglienza, nel quale possano ricevere assistenza sanitaria e scolastica. Nella maggior parte dei casi i bambini sono stati rapiti con forza alle loro famiglie e poi istruiti a sparare, usare il mortaio, il lanciarazzi e la mitragliatrice. Il progetto a Butembo Beni mira ad un totale reinserimento dei bambini nella società alla quale appartengono, un opera spesso difficile che incontra le resistenze degli stessi familiari. Non ci stancheremo mai di ringraziare le persone che ci sostengono nel portare avanti i nostri progetti. Grazie mille!

item2a
web design agarthi
©hakuna matata onlus
item3a
Scarica modulo sostegno a distanza
cd
newsletter

5xMille

Firma sulla dichiarazione dei redditi (CUD, 730 o unico) per dare il 5 per mille all'Associazione Hakuna Matata Onlus. Basta firmare l'apposito modulo e indicare il nostro Codice Fiscale 97187040825

Per bonifico o donazioni il codice IBAN è

IT98P07601046000000

50619790

item3b1a1a1a

Diario da Migoli

item3b1a1a1a1

Diario da Morogoro

item3b1a1a1
mercato-della-solidarietà

Mercato della solidarietà

item3b1a1a1b
diariodiviaggio2

Diario di viaggio

item3b1a1a
Suorluisa1a

Suor Luisa

<precedente

successivo>

archivio

item1a

Home | Articoli e pubblicazioni | Iscriviti alla newsletter | Gocce di Swahili | Bomboniere solidali

logohakunamatata
item3b1a1a1c

OPERE REALIZZATE

Donazioni

item1b1a1a1a item1b1a1a item1b1b item3b1a1a1a item3b1a1a1a1 item3b1a1a1 item3b1a1a1b item3b1a1a item3b1a1a1c