item1a1a1a1a
item1b1b1
item1b1a1a
item1b1a1a1a
item3b2
Pulsante

Chi siamo

Pulsante1

Progetti

Pulsante1a

Contatti

Pulsante1a1

Sostegno a distanza

Diario di viaggio 2014

10 agosto 2014

Salve Popolo di Hakuna Matata!

Coloro che detengono l'arte della macellazione dei buoi sono loro: i Masai. Come ad uno spettacolo teatrale abbiamo assistito, chi ad occhi aperti e chi ad occhi chiusi, alla macellazione di un bue in occasione della festa del ringraziamento. Il bue, dopo essere stato allevato e nutrito a dovere, si trovava a terra con le zampe legate. Il rito era già cominciato. Una volta pronti, i Masai, in quel momento più di sei, hanno immobilizzato il "mal capitato", chi per la testa e chi per la schiena, chi per le zampe e chi per le corna. Il tempo sembrava essersi fermato ma in realtà la vita stava continuando a compiere il suo ciclo. Con la spada, che i Masai usano portare con loro, uno dei "morani" (giovane Masai), ha cominciato a tagliargli la gola. Dopo che la spada ha passato il sottile strato muscolare, il sangue, come se non vedesse l'ora di scappare, è iniziato a schizzare fuori dalla gola imbrattando, non solo gli stessi Masai, ma anche quei bambini che stavano lì davanti a guardare affascinati. Dopo i primi schizzi il sangue ha iniziato a scorrere velocemente. Fu così che abbiamo assistito ad una scena, magari terrificante ai nostri occhi, ma normale per loro, quasi come l'apice di un rituale propiziatorio: I Masai hanno iniziato a succhiare il sangue che usciva direttamente dalla gola e a berlo come se fosse acqua, un po' ciascuno fino a quando non ha cessato di uscire, quasi come dei leoni sopra la loro preda. Lo hanno bevuto allo stesso modo nel quale noi beviamo direttamente dalla fonte. Questo perché in esso riconoscono un forte potere nutritivo ma anche terapeutico. Nessuna parte del bue va persa... pensate che con la pelle ne ricavano delle stuoie che usano per letto.

Anche per quest'anno, la nostra esperienza giunge al termine. Basterebbe "ri-cordare", passare nel cuore e alla mente tutti i momenti vissuti fin ora, quasi alla moviola, per formulare i "titoli di coda" di questo nostro diario. Ho chiesto ai ragazzi di scrivere qualcosa, ma malgrado gli 8 e i 9 che hanno a scuola in Italiano, non sono stati capaci di svolgere questo "tema", forse perché hanno ancora bisogno di sedimentare, "ruminare" ogni singola esperienza, ogni singolo fotogramma di questo viaggio. Adesso sta a noi essere quel "terreno buono in cui il Seminatore fa cadere il seme e portare frutto: il cento, il sessanta, il trenta per uno...facendo tesoro, nella nostra vita quotidiana, di ogni singola esperienza.

A risentirci alla prossima esperienza!!!

<precedente

successivo>

item1a

Home | Articoli e pubblicazioni | Iscriviti alla newsletter | Gocce di Swahili | Bomboniere solidali

item1b1a1a1a1
item1b1a1a1
item1b1b1a
item2a
item3a1
Scarica modulo sostegno a distanza
newsletter1
item3a1a
Scarica modulo sostegno a distanza
newsletter1a

5xMille

Firma sulla dichiarazione dei redditi (CUD, 730 o unico) per dare il 5 per mille all'Associazione Hakuna Matata Onlus. Basta firmare l'apposito modulo e indicare il nostro Codice Fiscale 97187040825

Per bonifico o donazioni il codice IBAN è

IT98P07601046000000

50619790

item3b1a1a1a

Diario da Migoli

item3b1a1a1a1

Diario da Morogoro

item3b1a1a1
mercato-della-solidarietà

Mercato della solidarietà

item3b1a1a1b
diariodiviaggio2

Diario di viaggio

item3b1a1a
Suorluisa1a

Suor Luisa

archivio

web design agarthi

©hakuna matata onlus

lohohm
item3b1a1a1c

OPERE REALIZZATE

Donazioni

item1b1b1 item1b1a1a item1b1a1a1a item1b1a1a1a1 cd1 item1b1a1a1 gallery1 item1b1b1a item3b1a1a1a item3b1a1a1a1 item3b1a1a1 item3b1a1a1b item3b1a1a item3b1a1a1c